Padlet: come usare la nuova interfaccia

Insegnanti 2.0

Una Nuova Versione di Padlet

Dalla prima settimana di questo mese, giugno 2016, Padlet presenta una nuova versione. La celebre applicazione ha infatti introdotto una nuova interfaccia per quanto riguarda le impostazioni del padlet e la configurazione delle opzioni per la pubblicazione, collaborazione, condivisione, etc.

Non sono stati introdotti nuovi strumenti e funzionalità, ma è stata rivista la grafica e solo per quanto concerne le operazioni che abbiamo ricordato. Il funzionamento di Padlet, l’inserimento dei contenuti, rimane immutato.

Il Successo di Padlet

Padlet è una delle più popolari applicazioni educative presenti sul web, si tratta di uno strumento freemium, disponibile sia in versione Web che per dispositivi mobili con sistema operativo iOS e Android. La versione freemium risulta per lo più sufficiente a soddisfare le esigenze di docenti e studenti.

Il successo di Padlet è legato alla sua semplicità e alla sua versatilità. L’idea portante di questa applicazione è…

View original post 320 altre parole

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Ripuliamo i video di YouTube

Insegnanti 2.0

Non è più una rarità utilizzare video reperiti su YouTube a scopo didattico. In questo enorme archivio sono presenti (non sempre) contenuti di tutto rispetto. Utilizzare un video appropriato (precedentemente selezionato e validato da noi insegnanti) per introdurre argomenti nuovi, per approfondire, per aumentare l’interesse dei nostri studenti non è una cattiva idea. Documentari, testimonianze, lezioni, contenuti utili all’attività didattica sono facilmente reperibili su YouTube. Difficile resistere alla possibilità di utilizzare il potente aiuto che un video giusto può darci coi nostri studenti. Anche facendo molta attenzione e selezionando per bene i nostri video, non possiamo però evitare che questi vengano “sporcati” da sgradevoli annunci pubblicitari o da anteprime di video correlati non sempre graditi. Non sempre, inoltre, il video che contiene ciò che ci interessa contiene solo quello. Spesso da un video di una certa durata totale ci servirebbero solo pochi minuti che magari si trovano proprio in mezzo al…

View original post 220 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Giornata nazionale LaAV (Letture ad Alta Voce) e Booksound

Federico Batini

VII Giornata Nazionale LaAV – Letture ad Alta Voce

24 – 25 maggio 2015 – AREZZO

E’ in arrivo il ciclone LaAV: un’invasione di lettori nella città che ha dato i natali al movimento.

Domenica 24 maggio, presso la Casa delle Culture, ad Arezzo, si terrà il 7° raduno nazionale di tutti i volontari e aspiranti tali che hanno fatto proprio il motto #ioleggoperglialtri

L’appuntamento è organizzato dall’associazione Nausika e da LaAV, in collaborazione con la Libreria Universitaria Leggere, la casa editrice Marcos Y Marcos, il portale Libreriamo e l’AIE promotrice della campagna #ioleggoperché.

Un incontro gratuito e aperto, a chiunque sia interessato a conoscere, ascoltare e praticare gli “effetti speciali” della lettura ad alta voce.

Nata ad Arezzo nel 2009, LaAV Letture ad Alta Voce si è diffusa in questi anni come un’epidemia, coinvolgendo sempre più volontari che leggono ad alta voce per sé e per gli altri,

View original post 260 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

I 9 elementi della Cittadinanza Digitale

Insegnanti 2.0

La Cittadinanza Digitale può essere definita come l’insieme di norme per un comportamento appropriato e responsabile riguardo l’uso delle tecnologie.

Questo documento/manifesto vuole essere di ausilio a tutti/e coloro che sono a vario titolo impegnati/e nella costruzione della Cittadinanza Digitale, e viene pertanto rilasciato in licenza CC-BY (vedi note al termine).

1. Accesso digitale

Per una partecipazione digitale a pieno titolo di chiunque nella società

Gli utenti devono essere consapevoli che non tutti hanno le stesse opportunità nell’uso delle tecnologie. Lavorare per l’uguaglianza dei diritti digitali e sostenere l’accesso alle tecnologie è il punto di partenza della cittadinanza digitale stessa. L’esclusione digitale rende difficile la crescita della società utilizzando questi strumenti. Contribuire a fornire ed ampliare a tutti e tutte l’accesso alle tecnologie dovrebbe essere l’obiettivo primario dei cittadini digitali. Gli utenti devono tenere a mente che ci sono persone che hanno un accesso limitato alla tecnologia, e che…

View original post 1.283 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Utilizzo delle risorse reperibili in Internet

Speculum Maius

Riporto qui del materiale selezionato in illo tempore per aiutare gli studenti ad orientarsi nell’utilizzo delle fonti online nello studio e la ricerca. Non pretende di essere una bibbia ma solo i miei due cents sull’argomento 😉
***

Parlando di netiquette, abbiamo già accennato alla necessità di un utilizzo correttodelle infinite risorse che la Rete ci mette a disposizione.

Chi utilizza Internet per studio e ricerca deve prestare particolare attenzione a:

1) verificare accuratamente le fonti citate, privilegiando quei siti che garantiscono la validità scientifica di ciò che c’è scritto, in base al ruolo istituzionale o al curriculum dell’autore;

2) controllare i permessi di utilizzo del materiale reperito (testi, immagini, video, ecc.);

3) citare in modo adeguato le risorseutilizzate.

View original post 524 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Storytelling con Scratch

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

storytelling

di Andrea Patassini

Attorno uno strumento come Scratch è possibile costruire tantissime attività differenti tra loro. Solitamente quando ci si approccia ad un’opportunità simile la prima considerazione che emerge è quella del suo (più che valido) contributo ad apprendere i concetti del pensiero computazionale. Ed è vero, l’apporto di Scratch a comprendere il linguaggio per programmare una macchina è immediatamente individuabile ed è, di fatto, l’obiettivo principale nello sviluppo del software. Ma è altrettanto vero che alla base di un’applicazione simile c’è la possibilità di creare contenuti e quindi di avere margini creativi enormi. Insomma, Scratch può essere adottato per scopi differenti e integrato in molteplici attività.

Una delle possibilità da esplorare in Scratch è quella dello storytelling: costruire storie attorno un tema specifico per mettere a fuoco alcuni concetti, non appesentire il carico cognitivo e rendere ovviamente più interessante ciò che si sta studiando. Lo storytelling può adattarsi perfettamente…

View original post 532 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | 3 commenti

Indice ragionato – #loptis

Utilissimo questo post del Prof Andreas… Grazie prof!

Blog di Andreas Formiconi

L’idea è un po’ questa. Quando tocca fare un nuovo corso intorno alle information technologies eccetera eccetera, ai nuovi studenti mi vien fatto di dire – Entrate nel laboratorio, vi conduco a vedere gli strumenti e i servizi diversi per cui s’adoprano, qui c’è questo là c’è quello…

I materiali ci sono. Ciascuno se li può aggiustare a misura. Quello che cambia sono i modi di interazione. Gli studenti di medicina che arriveranno il 4 di marzo, in realtà mi vedranno in una serie di lezioni, quindi qualcosa cambia, ma non la sostanza – quanto alle lezioni non saranno proprio tali, diremo poi come.

È pensando a loro che ho scritto il seguente “indice ragionato”, in modo che possano individuare più facilmente un loro percorso nella foresta di questo blog. Ma credo che tornerà utile anche a tutti gli altri. Provvedo quindi a integrarlo nel settore “accoglienza” del blog. Intanto…

View original post 933 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento